top of page

Acerca de

Caritas Interparrocchiale Ponte -Villaggio

La formazione della struttura attuale della Caritas Parrocchiale ha avuto inizio nel 2020 con il progetto “Ricominciamo Insieme” lanciato dalla diocesi di Bergamo per sostenere economicamente le famiglie entrate in difficoltà a causa della pandemia Covid 19. Si era costituito un gruppo di persone che, sostenuto e coordinato dalla Caritas diocesana ha  analizzato le 70 richieste di sostegno pervenute, di cui 43 sono state accettate e finanziate con contributi economici di circa 111.000€

Questa esperienza ha consentito al gruppo che ha seguito il progetto di venire a contatto con le varie situazioni di disagio presenti nella comunità. Alla chiusura del progetto avvenuta il 31 dicembre 2020 si è pertanto ritenuto che non fosse possibile chiudere la porta che si era aperta e con l’aiuto di Caritas diocesana si è dato vita al Centro di Ascolto Parrocchiale.

In parallelo, visto le numerose richieste di aiuto alimentare, si è studiato il modo di ampliare il servizio di fornitura di generi alimentari svolto fino ad allora dai soci della Conferenza San Vincenzo con l’aggiunta delle nuove famiglie e con la ricerca di nuove fonti di rifornimento.

Oggi la Caritas Parrocchiale è composta di tre attività:

  • Centro di Ascolto

  • Distribuzione generi alimentari (Pane quotidiano)

  • Conferenza San Vincenzo de Paoli

CENTRO DI ASCOLTO

Il Centro di Ascolto ha come scopo principale l’incontro con le persone in difficoltà, ascoltando le loro problematiche e accompagnandole nella ricerca di soluzioni, cercando di definire un progetto di aiuto specifico. L’attività viene svolta in stretta collaborazione con i Servizi Sociali Comunali. 

In aggiunta il Centro di Ascolto ha sviluppati alcuni progetti particolari di sostegno alle persone fragili. 

  • Promozione e aiuto nella compilazione di bandi comunali/Regionali.

Tante persone non partecipano ai bandi, emessi specificamente per le loro esigenze, perché non li conoscono o perché non sono in grado di parteciparvi via web. Compito del Centro di Ascolto è stato quello di fare conoscere i bandi e aiutare le persone nella compilazione. Abbiamo così aiutato molte famiglie ad ottenere i fondi regionali dedicati al sostegno al mantenimento dell’alloggio in locazione e i buoni spesa comunali.

  • Promozione di alcuni fondi della Caritas Diocesana.

Tramite il fondo scuola Caritas diocesana siamo riusciti a erogare fondi per 4.500€ per pagare mense scolastiche, trasporti scolastici e cancelleria a famiglie in difficoltà, oltre alla fornitura di 18 tablet per la didattica a distanza.

  • Accesso al microcredito Caritas Diocesana.

Questo progetto ha permesso l'erogazione di piccoli prestiti senza interessi, con piani di restituzione personalizzati.

  • Ospitalità di una famiglia ucraina in un appartamento messo a disposizione della Caritas da un privato con assunzione da parte di Caritas di tutte le spese. Il progetto è stato finanziato con attività promozionali dedicate.

Iscrizione al CRE di venti ragazzi le cui famiglie non potevano permettersi la quota intera di iscrizione. Il progetto è stato finanziato con donazioni dedicate

DISTRIBUZIONE GENERI ALIMENTARI

Attualmente sono 50 le famiglie servite con aiuti alimentari.

L'elenco viene continuamente aggiornato in base a verifiche periodiche.

Il progetto prevede una distribuzione mensile di prodotti di prima necessità durevoli e una distribuzione settimanale di prodotti freschi offerti da un supermercato tra i prodotti in scadenza.

I prodotti durevoli vengono raccolti tramite cesti collocati mensilmente nelle chiese parrocchiali, tramite carrelli dedicati posizionati nei supermercati del paese e quando necessario attingendo ai magazzini Caritas e di associazioni private.

la Conferenza San Vincenzo de Paoli

La Società di San Vincenzo De Paoli è una associazione cattolica ma laica, che opera generalmente nelle parrocchie e che ha come scopo principale quello di aiutare le persone più sfortunate: i poveri, gli ammalati, gli stranieri, gli ex carcerati, gli anziani soli, sia dal punto di vista materiale-finanziario che da quello morale-culturale. Non si occupa quindi solo di pagare le bollette e fornire pacchi di alimentari, ma cerca di capire le cause delle povertà e di combatterle.

In parecchie città inoltre gestisce, mense, case di accoglienza e dormitori. Ha infine settori speciali che si occupano di carcerati e di gemellaggi con i paesi in via di sviluppo.

La Società di San Vincenzo De Paoli è presente 154 Paesi del mondo, con 2.300.000 volontari suddivisi in 47.000 gruppi operativi diffusi sul territorio chiamati "Conferenze". Il termine Conferenza deriva da "Conferenze di Carità": così si chiamavano i primi incontri organizzati dal Beato Antonio Federico Ozanam insieme agli altri fondatori della Società di San Vincenzo De Paoli nel 1833.

CENTRO DI ASCOLTO/SAN VINCENZO

NUOVA SEDE: Vicolo Scotti, 2 

ORARI: Martedì e giovedì 16.00 – 18.00

RECAPITO TELEFONICO: 353-4096760

Pane Quotidiano (distribuzione generi alimentari)

SEDE: Oratorio Femminile 

RACCOLTA ALIMENTARI: Terza domenica del mese (e settimana)

DISTRIBUZIONE: Alimentari durevoli quarto sabato del mese

                                 Fresco martedì e giovedì mattino

bottom of page